Benvenuti nella mia soffitta

 

In questa pagina ho inserito alcune foto di oggetti che usavo in passato e che ora sono in disuso perché sostituiti da altri più recenti ma che in ogni caso conservo come ricordo

 


Una volta era più difficile rispetto ad oggi trovare apparecchiature radioamatoriali a buon mercato, quindi per fare attività in HF spendendo pochi soldi si poteva ripiegare in un Transverter detto anche (Travestito), non era il massimo ma comunque si riusciva sempre a fare qualche bel collegamento, nel mio caso avevo questo tribanda 20/40/80 mi pare avesse circa 15 Watt di potenza e naturalmente il classico difetto di scostamento di frequenza con l'aumentare della temperatura

 

 

 

Bellissimo questo vecchio Midland 23 canali AM-SSB, l'ho utilizzato pochissimo perché lo presi solo come apparecchio vintage

 

 

 

Questo in realtà non è un ZODIAK ma un TOKAI, nel senso che ne avevo 2 identici ma di marca differente, il primo era tutto arrugginito e ammaccato ma funzionante l'altro solo in in buone condizione estetiche quindi di due ne feci uno recuperando il case i coperchi le manopole oltre ai quarzi funzionanti.

Le scritte sono tutte in Svedese, ad esempio sullo Squelch c'è scritto BRUSSPÄRR

 

 

 

Un mio vecchio Scanner a bande, l'ho usato poco perché avevo di meglio a disposizione

 

 

 

Il Turner +3B non poteva proprio mancare nella mia stazione, l'ho usato dal 1990 fino al 2004, tutt'oggi la sua modulazione rimane inconfondibile, potente e metallica

 

 

 

L'alimentatore ZETAGI da 6 Ampere l'ho letteralmente cucinato assorbendo corrente sempre al limite per questo piccoletto, se notate bene sopra nella parte più profonda si è anche sciolta un po' di plastica sul coperchio.

 

 

 

 

Questo invece lo usavo esclusivamente per alimentare il Transverter precedentemente descritto

 

 

 

Il ZETAGI B 132 l'ho acquistai usato negli anni 80 quando andava di moda il fratello a valvole BV131, fu allora che mi resi conto che per poter usare un amplificatore bisogna avere una casa nel deserto, ma non per via degli ostacoli ma per evitare le lamentele del vicinato, comunque sfiorava i 90 Watt di picco

 

 

 

Questo Rosmetro/Wattmero della CTE è in assoluto tra tutte le mie cose quello che e rimasto più a lungo nel mio shack,

preso nuovo nel 1984 e rimasto in servizio fino al 2003 (non lo potevo più vedere!)

 

 

 

Il famoso accordatore ZETAGI MM27, alzi la mano chi non ce l'aveva

 

 

 

La camera echo! roba da camionisti! anzi da camionari!

 

 

 

Questo invece è uno scambler, la cosa più inutile che abbia mai avuto

 

 

 

Il mio vecchio filtro anti TVI della BREMI, purtroppo però questi filtri non funzionavano quasi mai!

 

 

 

Questo era "homemade" Ricordo che all'epoca non avendo un trapano sacrificai la punta del saldatore per fare i fori sulla scatola, era comunque un oggetto utilissimo per non intasare gli spinotti dell'alimentatore e in ogni caso l'avevo fatto abbastanza bene, robustissimo e con un grosso filo di rame rigido per collegare i contatti

 

 

 

Un vecchio ricevitore analogico multibanda, roba economica ma funzionante soprattutto per ascoltare la banda aeronautica, l'ho utilizzato per le mie prime esperienze in VHF

 

 

 

Questo lo posso considerare il mio primo vero RTX, lo usavo quando ero piccolo e come molti Walkie Talkie giocattolo non era per niente selettivo, in trasmissione funzionava sul canale 14 in ricezione però se i segnali erano forti riuscivo ad ascoltare anche per una larghezza di banda di 400 Khz, per me era grandioso sentire quelle voci sconosciute, la curiosità per le radio cominciò sopratutto da qui

 

 

 

Si tratta di un cellulare analogico a 900 Mhz (lo so che non centra nulla con la radio) però con questo ho fatto dei QSO in Duplex semplicemente entrando nei ponti telefonici senza comporre alcun numero mentre l'altro corrispondente trasmetteva in VHF (certo che erano altri tempi)

 

 

 

Si eccolo! è lui! il Modem Baycom, una delle cose che mi hanno dato più soddisfazione nella mia attività digitale, allora non si usavano le schede audio ma era necessario usare un modem o meglio ancora un TNC

 

 

 

Questo l'ho recuperato in tempi più recenti; si tratta di un Modem 9600 Baud FSK compatibile con lo standard G3RUH e funzionante su porta parallela, perfetto per trasferimenti o per il Forward dei messaggi

 

 

 

Un interessante modem multimodo tipo Hamcomm, oltre all' RTTY, CW ecc.., supporta anche il packet  grazie al famoso integrato TCM3105, nella parte posteriore si nota il connettore con la scritta VHF appositamente dedicato

 

 

 

Si tratta di un modem per RTTY AMTOR CW ecc.. io lo usavo con il C=64 ma è adattabile anche ai PC

 

 

 

 

E questa è la cartuccia con il software con qui utilizzavo il modem sopra descritto

 

 

 

Quello che vedete per me è un vero è proprio mito, il Modem Digicom, in pratica si tratta della versione del Baycom per il Commodore 64 con qui ho fatto la mia prima esperienza con il Packet Radio.

 

 

 

Il Floppy con il software Digicom

 

 

 

Questa invece è la cartuccia sempre con il Software Digicom, se ricordo bene dentro c'è la versione 3.5

 

 

 

E questo! è un altra interfaccia per C=64, in questo caso per la ricezione di FAX e SSTV

 

 

 

Questo è il Software per gestire l'interfaccia descritta di sopra, da notare che su l'etichetta viene specificato che si tratta della versione per la ricezione a colori: caspita!!!!

 

 

 

Questo vecchio registratore a cassette l'ho messo solamente perché tra gli anni 80 e 90 lo usavo per registrare i vari QSO in giro per le frequenze di qui alcuni li potete sentire nella relativa sezione audio

 


 

 

 

Da qui in avanti ho messo alcune cose che ho avuto in passato di cui però mi sono rimasti solo i manuali

 

Questo manuale è tutto quello che mi rimane del mio primo RTX, un POLMAR NEVADA 40 canali AM preso nuovo nel 1984 e pagato 115 mila Lire, è con questo che cominciai la mia vera attività radio, poi mai interrotta.

Addirittura ho ancora lo scontrino, ovviamente però dopo decenni non si vede più nulla

 

(clicca sull'immagine per scaricare il manuale in lingua inglese e gli schemi elettrici)

 

 

 

Continuiamo la presentazione dei miei apparati RIP.

Poco dopo aver preso il POLMAR NEVADA comprai anche questo portatile della INNO-HIT, era un quarzato a 6 canali, ricordo la prima volta che lo accesi c'era una grande propagazione e in tutti i sei canali si sentivano un sacco di segnali, ma ricordo sopratutto che un giorno ero nella mia stanza e riuscii a collegare un certo Gallo Sellone che in quel momento si trovava sulle alture del Cansiglio, quasi un miracolo considerando sia la distanza che i 2 Watt oltre al fatto che ero dentro casa con lo stilo originale

 

(clicca sull'immagine per scaricare il manuale in italiano compreso di schema elettrico)

 

 

 

Ho avuto anche questo portatile, una specie di pesante mattone che faceva comunque il suo dovere ma l'INNO-HIT era un altra cosa

 

 

 

Anche se non l'ho usato per molto tempo questo INTEK FM-500S è stato un altro buon apparato

 

 

 

Questa immagine è quello che mi è rimasto del mio primo alimentatore, un BREMI 3 Ampere

 

 

 

E per concludere con le cose che non ho più ecco il foglio di istruzioni della mia prima antenna, la SIGMA GP MINI, non valeva molto ma per cominciare poteva andar bene

Free counters!